bagagli header
Attrezzatura,  Bagagli,  Viaggi

Viaggio Avventura: La Lista di Cosa Portare Nei Bagagli

Viaggio dopo viaggio ho perfezionato la lista di cosa portarsi e come dividere le cose tra bagaglio in stiva e bagaglio a mano.

Non è sempre facile decidere cosa portare e cosa lasciare a casa quando partite per un lungo viaggio all’avventura. Cosa portarsi, infatti, era un problema che si ripresentava ogni volta che dovevo prendere l’aereo. Lo ho risolto facendo delle checklist prima della partenza e correggendole al ritorno togliendo le cose che non mi sono servite e inserendo cose di cui avrei avuto bisogno. Dopo molte prove (ed errori) penso di aver finalmente trovato la lista definitiva. Spero che questa lista e i consigli che troverete in questo post vi siano utili per prepararvi al vostro prossimo viaggio.

Versatilità

Una caratteristica fondamentale quando si pensa a come fare la valigia è la versatilità. Troverete che è un po’ il tema di tutto l’articolo. Tuttavia non è l’unica cosa, funzionalità e importanza sono altre cose fondamentali. Ogni oggetto che andrò ad esporvi è stato selezionato con cura per il valore che porta al bagaglio e la praticità di utilizzo.

Costi

Io ho uno stipendio normalissimo e non posso permettermi attrezzature costose quindi vi proporrò cose ordinarie che penso siano alla portata di tutti.

Attrezzatura base da “outdoor” e per escursioni

asciugamano Asciugamano. Vi bagnerete di sicuro durante le vostre avventure quindi un asciugamano è fondamentale. E’ importante averne uno che si asciughi rapidamente. Il mio consiglio è quindi di prendere un prodotto in microfibra (leggera e sottile) e prenderlo grande così potrete usarlo anche come telo mare, lavarlo tutti i giorni ed averlo sempre asciutto e pronto. Io ho questo (ne ho due a dir la verità, blu e arancione) da anni e mi sono sempre trovato benissimo.
torciaelettrica Torcia led. Io preferisco una tascabile da pochi euro. Può non essere indispensabile ma la ho trovata spesso utile. Potreste usare il flash del telefonino ma io preferisco sempre salvare la batteria per altro. Per me l’unica caratteristica fondamentale è l’accensione a clic dal retro. Vi propongo quindi un un oggetto con il quale mi sto trovando benissimo.
monkey mat Monkey Mat“. Si tratta di una coperta resistente all’acqua e alla sabbia con angoli zavorrati. Vi metterà a disposizione una superficie sempre asciutta sulla quale sedervi o riporre oggetti. Inoltre gli angoli zavorrati la rendono ottima per la spiaggia. Le dimensioni sono 140cm x 160cm e potete trovarla qui.
cannuccia Purificatore d’acqua. Non si sa mai in che situazione vi potete trovare. Che ci siano negozi chiusi o non ce ne siano proprio, se avete sete dovete rischiare e bere quello che trovate. Oppure potete usare questa cannuccia che renderà potabile quasi ogni fonte d’acqua.
occhialini_cressi Occhialini da nuoto. Il top sarebbero maschera e boccaglio ma secondo me occupano troppo spazio in valigia. In molte spiagge potete noleggiarle, ma quando capitate in qualche baia deserta o lago inaspettato avere un paio di occhialini vi permetterà di esplorare flora e fauna acquatica. Questi della Cressi sono molto buoni ed economici.
custodia Custodia impermeabile per il telefono. Dal momento che ormai il telefono è diventato un’estensione della nostra persona e lo abbiamo sempre con noi, è bene proteggerlo. In effetti non sappiamo quando verremo colti da un acquazzone o magari cadremo in qualche pozza. Questa custodia universale è una delle migliori e più economiche e vi permetterà anche di fare foto e video sott’acqua.

Attrezzatura optional da “outdoor”

lampadatesta Lampada da testa. Non la considero un accessorio fondamentale perchè non ne ho quasi mai avuto la necessità. Tenetela in considerazione per escursioni nel deserto o dove comunque vi troverete a campeggiare. Può essere molto utile per avere luce e le mani libere per lavorare. Non ho trovato il mio modello perché è un po’ vecchio ma è simile a questa.
coltellino Coltellino multiuso. Come la lampada da testa, secondo me non è fondamentale. Ci sono tuttavia situazioni in cui può servire ed è quindi meglio averlo. Il mio è vecchio e senza marca e non so trovarlo quindi vi consiglio questo. Fate attenzione a portarlo sempre nel bagaglio in stiva in aereo altrimenti ve lo sequestreranno.
repellente Spray anti zanzare. Quando viaggiate in zone con rischio Malaria, Dengue o Zika, la vostra prima linea di difesa deve essere quella di non farvi pungere. Questo spray anti zanzare è uno dei più efficaci che abbia provato.

Elettronica

Un travel-blogger avrà bisogno di più cose di un viaggiatore normale che a sua volta avrà esigenze diverse da un turista che vada in un’escursione organizzata. Ho quindi scelto di dividere questa sezione in più sotto-sezioni.

Elettronica per tutti

 auricolari Auricolari. Io lascio sempre a casa le cuffie perché sono ingombranti e costose. Molto meglio scegliere un paio di auricolari. Su questi poi ci sono due filoni di pensiero. Con filo oppure senza filo. Ho usato per anni quelli con il filo (fondamentalmente li uso solo in aereo) e devo dire che il filo è abbastanza fastidioso ma, al tempo stesso, permette di usarli per ascoltare i media forniti dall’aereo senza usare le cuffie in dotazione che fanno schifo. Se invece riproducete solo i vostri media oppure li usate anche durante escursioni o in movimento, allora direi di optare per la scelta wireless. Quelli wireless hanno anche il problema di consumare di più la batteria e aver bisogno loro stessi di essere ricaricati di tanto in tanto.
motog5 Smartphone. Ne consiglio uno sbloccato, ovvero non legato ad una specifica compagnia, in modo da poter sostituire la SIM a piacimento. Inoltre state attenti a comprarne uno che supporti tutte le bande di frequenza del mondo, altrimenti (come mi è capitato) potete anche prendere la SIM dati ma questi non andranno mai ad alta velocità perché il vostro telefono non supporta le frequenze del paese dove siete. Un utilissimo sito per verificare le bande di ogni telefono è gsmarena. Io poi lo uso anche per fare le foto quindi la fotocamera deve essere abbastanza buona e, possibilmente, deve anche ricaricarsi velocemente. Il Moto G5 Plus ha tutte queste caratteristiche.
kingston Flash drive USB. Non costano tanto, sono piccolissime, leggere e possono tornare sempre utili. Portarne una con sè, secondo me, vale sempre la pena perché non si sa mai se e quando potrà servire. Io ho una Kingston da 64GB.
aukey Power bank. Non mi è mai servita fino a che non mi è capitato di averne necessità ad Abu Dhabi. Infatti i voli Etihad per e dalla capitale degli Emirati non avevano nessun tipo di presa di corrente per ricaricare il telefono. Mi sono arrangiato in qualche modo ma appena tornato in Italia ho subito comprato una Power Bank di AUKEY che secondo me è una marca ottima.
olympus Action-cam. Go-Pro a una camera a vostra scelta, l’importante è che sia resistente all’acqua, alla polvere e, in generale, a più cose possibili. Io ho una Olympus TG Tracker che oltre alle riprese salva anche i dati vari di GPS, altimetro, temperatura e molto altro.
accessori Accessori per la action-cam. Ci sono dei kit con mille accessori ma vi sconsiglio di portarne troppi. Sicuramente fondamentali per me sono l’elastico per portarla in testa e il manico galleggiante per quando si va in acqua. Potete trovare il kit che ho anche io qui. Sono accessori per Go-Pro compatibili anche con Olympus e molte altre.
microsd MicroSD addizionali. Se fate un viaggio lungo probabilmente la memoria della videocamera si riempirà presto. E’ bene avere delle memorie di ricambio perché difficilmente avrete il tempo o i mezzi per scaricare i video da qualche parte. Io ho due di queste.
batterie Batterie addizionali per la action-cam. Per motivi simili alla memoria, la batteria può finire alla svelta se filmate diverse ore. Può essere che non abbiate tempo o mezzi per ricaricare subito la camera e quindi è comodo avere una o due batterie in più da cambiare al volo in caso di necessità. Per la Olympus potete trovarle qui.

Cavi e spine da non dimenticare

cavi Cavo USB da 3 metri. Perché così lungo? Mi è capitato spesso che, in albergo, la presa di corrente fosse molto distante dal comodino. Se non volete rinunciare alla comodità di tenere vicino il vostro telefono mentre lo ricaricate vi consiglio un cavo lungo. Tornerà utile anche in aereo dove potete sempre raccogliere la parte di troppo del cavo nella tasca del sedile davanti a voi. Io ho preso un set di cavi della Flashstye e mi porto sempre quello da 3 metri.
bestek Adattatore universale. Ero contro queste spine giganti perché sono grosse e spesso, a causa del loro peso, si sfilano da sole. Poi ho trovato questa della BESTEK che può essere collegata direttamente a muro ma anche via cavo in modo da risolvere questo problema. L’unico problema è che ha solo porte USB, che per me va benissimo ma, se avete bisogno anche di collegare spine tradizionali allora vi consiglio di comprare un adattatore ad hoc per il paese dove andate perché un vero adattatore universale ottimo che mi senta di consigliarvi non l’ho ancora trovato.

Elettronica per “nomadi digitali”

asus PC portatile. Se non vi serve assolutamente per lavorare vi consiglio di NON portarlo. Se proprio dovete allora probabilmente ve ne servirà uno reattivo, in modo da poter iniziare a lavorare immediatamente, e affidabile. Per questo sceglierei ASUS. Il mio modello è un po’ vecchiotto ma funziona ancora, se lo comprassi oggi sceglierei questo modello.
canvio Hard Disk esterno portatile. Chi lavora in viaggio sa bene che non sempre si ha a disposizione una buona connessione ad internet per salvare i dati sul cloud. L’unica opzione per mettere al sicuro una copia dei documenti importanti è quindi un hard disk esterno. Il Toshiba Canvio, preso con gli sconti del black Friday qualche tempo fa, si sta rivelando inaspettatamente affidabile e prestante.

Raccomandazioni riguardo i bagagli

Ognuno ha le proprie preferenze quando si tratta di bagagli. Ecco le mie.

 zaino Come valigia principale io uso uno zaino da 70 litri perché lo trovo facile da trasportare. Non ho problemi a portarne il peso e preferisco sempre avere entrambe le mani libere. Uso questo zaino da ormai 2 anni e non da nessun segno di cedimento, anzi! E’ confortevole e pratico. Quando dovete scegliere uno zaino mi raccomando di trovarne uno che si riesca ad aprire da cima a fondo e non solo in alto. Questo perché altrimenti per accedere alle cose in fondo dovrete rivoltare tutto! Per quanto riguarda le dimensioni, dipende da quante cose vi portate di solito. 70 litri sono anche troppi ma quando prendo diversi souvenir fanno comodo! Me l’hanno regalato e non trovo che zaino sia, potete trovare dei validi sostituti qui.
 trolley Alcuni preferiscono i trolley. E’ una scelta che ha senso specialmente se non si vuole portare il peso in spalla o non ci si vuole trovare con la maglia intrisa di sudore sul dorso. Troverete scalini e terreni sconnessi qui e lì ma per il resto sono veramente facili da trasportare. Secondo me il miglior compromesso sono quei trolley che hanno anche le spalline per esser trasportati come zaini. In genere sono più piccoli però è mesi che penso di comprarne uno! Potete vederli qui.
 impermeabile Impermeabile per lo zaino. Non si sa mai quando può piovere in più spesso i bagagli vengono buttati in posti umidi, specialmente sui traghetti. Vi tornerà utile anche quando imbarcate lo zaino in aereo così che le cinghie non rischino di venir rotte. Io ho preso questa che è economica ma carina.
 north face borealis Zaino, bagaglio a mano. Uno zaino torna sempre utile. Scegliere lo zaino giusto vi aiuterà molto. Io ne ho due, a seconda di dove vado e cosa penso di fare. Il North Face Borealis da 30L (che ho recensito qui) secondo me è più adatto quando non dovete trasportare molte cose. Se dovete mettere nello zaino più di un cambio di vestiti e attrezzature varie allora consiglio il Nike Hoops Elite (recensito qui) che ha anche una tasca impermeabile isolata utile per scarpe o cose molto sporche.
 sacca nike hoops Uno zainetto o sacca vuota. Vi tornerà sicuramente utile. Per esempio per escursioni brevi invece di svuotare e riempire il bagaglio a mano di continuo. Sarete felici di averlo anche anche a fine viaggio quando magari avrete bisogno di spazio extra per trasportare souvenir o cose varie acquistate. Io ho una sacca della Nike Hoops (si, come lo zaino).

Accessori da viaggio

portafoglio nfc Portafogli con blocco RFID. Ormai le carte con chip NFC sono sempre più diffuse ma purtroppo sono anche rischiose. E’ abbastanza facile implementare un dispositivo che solo passando vicino alla carta riesca a spillarvi dei soldi. Conviene quindi conservare queste carte in un luogo schermato. Un bel portafoglio che fa al caso vostro è questo.
cuscino Cuscino salva-collo gonfiabile. Questo è un accessorio importantissimo da avere. Sarà utile sia durante i viaggi che in caso di campeggio. Ovviamente lo consiglio gonfiabile perché nel momento in cui non servirà potremmo sgonfiarlo e riporlo senza occupare molto spazio. Io ho questo ed è abbastanza comodo.
moleskine Carta e penna. Spesso capita di dover scrivere qualcosa e non sempre ci sono penne (o carta) a disposizione. Una cosa comune per chi viaggia è compilare il foglietto di dogana in aereo. Oltre alla penna, tengo sempre con me anche il moleskine perché mi sono scritto le cose importanti nel caso mi rubino il telefono e comunque ogni tanto capita di dover prendere qualche appunto.

Vestiti e scarpe

Cosa portare dipende sempre da dove si va e dallo stile di vita. Io cerco sempre di portarmi vestiti che siano adatti a più cose nell’ottica di portare meno roba possibile ma essere pronto a tutto.

Anche per i viaggi molto lunghi non ho mai portato più di 6 cambi. Infatti ad ogni occasioni se possibile lavo tutto in una lavanderia (che sia a gettoni o dell’albergo) oppure a mano con un pezzo di sapone da bucato che ho sempre nel bagaglio!

Per quanto riguarda le scarpe, in un viaggio avventura, ne porto sempre due paia. Un paio molto comode, sportive e leggere e un paio più carino. Le prime sono quelle che alla fine uso di più, vanno bene per le escursioni, per le camminate e non temono lo sporco. Mentre le seconde sono adatte alle serate in città.

Accessori come, ad esempio, gli occhiali da sole, poi, preferisco che siano il più economici possibile. Questo perché facilmente li perdo o dimentico in giro. E’ bene avere sempre anche un cappellino ma io, un po’ per tradizione, un po’ per collezionismo, lo compro sempre sul posto.

Consigli

Quando fate i bagagli cercate di arrotolare i vestiti per guadagnare spazio.

Potete infilare cose dentro alle scarpe per non sprecare spazio.

Vestiti

Un paio di jeans. Vi consiglio quelli in tessuto stretch che sono morbidi e comodi. I jeans (a patto che siano comodi) sono perfetti per viaggiare perché resistono molti giorni senza bisogno di essere lavati, hanno molte tasche aderenti per tenere le vostre cose al sicuro e sono molto versatili. Vanno bene sia per la vita di tutti i giorni sia per le serate un po’ più eleganti.
arena costume Un costume. Anche se andate in Islanda è sempre bene portare (e avere sempre con sé) un costume. Non si sa mai infatti quando potete trovare una zona balneabile. Uno leggero non occuperà molto spazio e sarà meglio averlo e non usarlo che non rimpiangere per sempre di non aver fatto il bagno in una baia incontrata per sbaglio. Uno solo è sufficiente e preferibilmente di un colore sobrio e che abbia delle tasche così potrete usarlo anche come pantaloncino corto. A me piace questo della Arena.
maglietta ua T-Shirt sportive traspiranti. Io ne ho due-tre della Under Armour che mi porto sempre perché sono adatte a quasi tutte le occasioni. Chiaramente la massima utilità la raggiungono in quei climi caldi e magari anche umidi, quando sudare è certo. In quel caso una maglia traspirante e che non inizi a puzzare dopo due minuti vi renderà la giornata molto migliore. Anche Nike ha maglie simili nella linea dry-fit.

Scarpe

ortholite Scarpe da tutti i giorni. Io ho un paio di Adidas Ortholite blu con i lacci arancioni. Non le trovo su Amazon ma mi sento di consigliarvi ugualmente le Adidas se sono adatte al vostro stile. Qualsiasi modello abbia provato è risultato comodo e la comodità è una caratteristica necessaria e fondamentale. Non è mai escluso infatti dover camminare diversi chilometri!
nikefree Scarpe sportive. Senza dubbio le Nike Free Flyknit. Siccome ho sempre paura di sporcarle irrimediabilmente, di solito porto il paio nero. Con queste scarpe potrete camminare 30km al giorno (si, fatto) senza avere mai dolori ai piedi.
Ciabatte. Secondo me le Havaianas sono quasi perfette. Sono comode e non mi si sono mai rotte. Si riesce anche a camminarci abbastanza prima che inizino a dare fastidio. Non sono perfette solo perché tendono ad essere un po’ pesanti.

Beauty case

Nel bagaglio a mano

  • Spazzolino
  • Dentifricio
  • Mini-deodorante
  • Mini-shampoo
  • Salviettine umidificate
  • Fazzoletti
  • Rotolo di carta igienica
  • Pastiglie di anti-infiammatorio (ad esempio Moment o Voltadvance)
  • Paracetamolo

Nel bagaglio in stiva

  • Rasoio elettrico
  • Forbicina per unghie

Cosa non portare

  • Bottiglie d’acqua
  • Stivali o scarpe molto ingombranti
  • Gioielli

Lascia un commento