abbazia opatija
Europa,  Viaggi

Opatija o Abbazia, una delle città più belle della Croazia

Affacciata sul Golfo del Quarnero, Opatija o Abbazia sorge ai piedi del Monte Ucka.

E’ la città di maggior rilievo sulla costa orientale dell’Istria e, con numerosi alberghi di ottima qualità, è uno dei principali centri turistici della Croazia. Inoltre, grazie alla vicinanza alla città di Rijeka (Fiume) rimane movimentata e interessante da visitare anche in bassa stagione.

Opatija si trova al centro della omonima riviera, sulla costa della Croazia. Ha un clima mite durante tutto l’anno, è ricca di verde e di parchi scenografici e lussureggianti, ed è facilmente raggiungibile. Per queste ragioni il turismo vi si è sviluppato presto, già alla fine del diciannovesimo secolo, ma è all’inizio del ventesimo secolo che si ha avuto lo sviluppo maggiore.

abbazia opatija

Come arrivare ad Opatija

Opatija è vicina a diversi aeroporti: l’aeroporto di Fiume (sull’isola Krk) distante 44km, quello di Pola distante 75km, l’aeroporto di Zagabria a 200km, l’aeroporto di Ljubljana a 135km e l’aeroporto di Venezia a 208km.

Se preferite spostarvi con i bus, ci sono regolari linee di autobus internazionali che collegano Opatija e Rijeka (15 km da Opatija) con tutti i paesi limitrofi e con tutta l’Europa.

Sono abbastanza frequenti i collegamenti in autobus tra le principali città (linee intercity), come anche i servizi regionali. Anche i più piccoli centri sulla costa possono essere raggiunti in autobus. Gli autobus, frequenti, possono effettuare sia capolinea a Rijeka che proseguire verso Pula, passando per Opatija.

La Stazione Centrale degli Autobus di Opatija è situata nel centro di Opatija, proprio di fronte alla spiaggia di Slatina, la principale spiaggia della città, dietro la fontana (Tel: 060 30 60 10 dalla Croazia o +385 51 271 617 per le chiamate internazionali).

Potete consultare l’orario degli autobus (valido per tutto l’anno) a questo link.

Informazioni sugli autobus locali

Se volete viaggiare in direzione di Lovran (Ičići, Ika, Medveja or Mošćenička draga), prendete l’autobus n.32 con la scritta “Lovran”, mentre se volete viaggiare in direzione di Rijeka (Volosko, Preluk, Bivio) prendete il bus No.32 con la scritta “Rijeka”.

È inoltre possibile utilizzare gli autobus locali di Opatija, in particolare le linee White and Red Camelia.

Gli autobus partono ogni 20 – 30 minuti. Potete consultare la tabella degli orari in loco.

abbazia opatija

Cosa fare e vedere ad Abbazia

Chiesa di San Giacomo

La Chiesa di San Giacomo è una delle costruzioni più importanti della città. Intorno a questa chiesa si è, infatti, formato il nucleo urbano di Opatija.

Eretta nella prima metà del 1400, era una chiesa benedettina che aveva lo scopo di accogliere i profughi del convento friulano di S. Pietro di Rosazzo. E’ proprio da questa Chiesa che nasce il nome che oggi caratterizza questo centro: ancora oggi è un luogo di ritrovo per fedeli e per chi ama ascoltare concerti da camera.

Chiesa dell’Annunciazione di Maria

La seconda chiesa per importanza è quella dell’Annunciazione di Maria, conosciuta anche con il nome croato njemacka cerkva che significa “chiesa tedesca”. Fu realizzata per volere del vescovo di Trieste, Franz Nagl, nel 1906.

Interessanti le opere d’arte conservate al suo interno, fra le quali spiccano quelle dell’artista sloveno Kralj.

Passeggiata sul lungomare

abbazia opatija

La Passeggiata Lungomare di Opatija va da Volosko a Lovran. Il nome ufficiale è Franz Joseph I Promenade ed è stata costruita a pezzi tra diciannovesimo e ventesimo secolo. La parte settentrionale da Volosko a Opatija è stata completata nel 1889, lo stesso anno in cui Opatija venne ufficialmente dichiarata Località Climatica per la Salute. La parte meridionale della passeggiata, che collega Opatija a Lovran, venne terminata nel 1911.

Lungo la Passeggiata Lungomare crescono alcuni degli alberi e dei fiori tipici della zona. Gli alberi più alti forniscono ombra in estate e i loro fiori profumano l’aria in primavera.

Sempre lungo la Passeggiata Lungomare sono state disposte alcune statue che nel corso degli anni sono diventate il simbolo della città, come la ragazza con il gabbiano.

Villa Angiolina e il suo parco

In passato una delle ville patrizie della città, oggi un museo cittadino: la Villa Angiolina è stata realizzata nella prima metà del 1800 per volere di un nobile della città di Fiume, Iginio Scarpa. Si tratta della prima villa nobiliare realizzata in questa città, in un certo senso considerata la villa galeotta per il boom turistico che si è sviluppato in seguito.

Oltre alla struttura dell’edificio da non perdere è il bellissimo giardino botanico che lo circonda detto Parco Angioina. Quando la Compagnia delle Ferrovie Meridionali entrò in possesso del Parco, Carl Shubert della Società Reale per la Costruzione di Parchi lo allargò e diede nuova forma secondo un concetto romantico, con grandi edifici decorativi come la Casa Svizzera, il Padiglione Musicale e la casa di legno dell’Imperatore (rimossa nel 1950).

Rocce calcaree vennero sistemate sotto gli alberi provenienti dal Caucaso e dalla California, frammisti a Magnolie, alberi da frutta e banani; vennero anche importate camelie dalle Filippine, che presto divennero il simbolo della città.

Parco Sveti Jakov

Si trova nel centro cittadino, nella parte storica protetta, vicino alla chiesa di San Giacomo. E’ circondato dal alcuni tra gli edifici più importanti della storia turistica di Opatija: l’Hotel Imperial, l’Hotel Milenij, il Padiglione artistico Juraj Sporer e l’Hotel Kvarner. Oggi grazie al suo verde ben curato, alla varietà di fiori colorati e all’armonia con l’ambiente circostante è uno degli scorci più conosciuti di Opatija.

Il Parco ha diverse entrate e, in quella sulla strada principale di Opatija (nella parte opposta rispetto a quella dove si trova l’Hotel Imperial) c’è una tabella informativa con la mappa del parco, la posizione di alcuni tra gli edifici più importanti al suo interno e l’indicazione dei vari tipi di piante.

E’ suddiviso in due parti: la parte inferiore vicina al mare, sul promontorio di fronte al Padiglione Artistico Juraj Sporer, e la parte superiore dominata dalla fontana neo-barocca del 1889 opera dello scultore Hans Ratkausky. La fontana è posta su un rialzo ottagonale e nel centro della sua vasca di marmo si trova un piedistallo con la scultura di Helios e Selene, il sole e la luna della mitologia greca, che si trova spesso sulle fotografie ricordo di Opatija.

La ragazza col gabbiano

Il vero simbolo della città è un monumento chiamato “La ragazza col gabbiano”. Si tratta di una statua romantica realizzata sul lungomare, adiacente alla chiesa di San Giacomo, opera del maestro Zvonko Car e rappresenta una ragazza che offre la sua mano al gabbiano. Venne realizzata nel 1956 al posto di una precedente statua, la “Madonna del Mare”, realizzata da Rathausky di Graz, distrutta dal maltempo.

Teatro all’aria aperta

L’Open Air Theatre di Opatija si trova sulla penisola del Parco Angiolina, vicino al mare. L’area di fronte al palco può ospitare dalle 2500 persone sedute alle 5000 persone in piedi.

Vi si tengono spettacoli di opera classica, operetta, balletto e musical, ma anche concerti di jazz, pop e rock. C’è anche un palco “minore” con platea da 600 posti a sedere e viene usato preferibilmente per performance teatrali e piccoli musical.

All’inizio del ventesimo secolo al posto dell’Open Theatre si pensava di costruire un grande palazzo per la salute, per il quale venne indetto un concorso pubblico: sfortunatamente l’arrivo della Prima Guerra Mondiale mandò all’aria il progetto del grandioso palazzo con sale da ballo e da concerto e una piscina con onde artificiali, negozi e cafè. Alla fine della Guerra con il trattato di Rapallo del 1920 l’Istria, inclusa Opatija, finì sotto il controllo Italiano e venne costruito l’Open Air Theatre. Ottenne la sua forma attuale grazie all’architetto Neven Šegvic, nel 1957.

Piccolo Porto

Il Piccolo Porto di Opatija, conosciuto come Portic era punto di partenza per le escursioni in barca lungo la Riviera. Da qui i “barkaioli” con le loro tradizionali barche di legno con sedili coperti da cuscini partivano per portare i loro ospiti in esplorazione della costa. Più tardi sono stati sostituiti da barche a motore e barche per escursioni organizzate e taxi boat.

Il mercato

Nel diciannovesimo secolo con la crescita dei residenti di Opatija crebbe anche la domanda di prodotti freschi, frutta e verdura. Venne così deciso di costruire un edificio per il mercato nel 1898 con l’aggiunta del mercato del pesce nel 1907.

Oggi come allora il mercato di Opatija è il miglior posto per comprare prodotti freschi e pesce ed è un luogo di incontro imperdibile. L’edificio del mercato è stato ristrutturato nel 2010 con l’aggiunta di una targa che ne ricordi la storia.

Volosko

Percorrendo la Passeggiata di Opatija si può raggiungere il bellissimo porto di Volosko.

Volosko era sede distrettuale, centro amministrativo e importante porto di scambio commerciale prima della crescita di Opatija. Oggi ha perso la sua importanza economica e politica, ma rimane un pittoresco villaggio di pescatori dalle strette e tortuose stradine, con porticciolo sul quale affacciano piccoli bar e cafè.

A Volosko si trova il monumento commemorativo di Andrija Mohorovicic, famoso scienziato, nato a Volosko nella casa che si trova proprio all’inizio della passeggiata Lungomare.

Ma Volosko è anche sinonimo di buona cucina, dalle piccole taverne che offrono piatti tradizionali, fino a ristoranti presenti in tutte le guide gastronomiche.

Il borgo di Veprinac

Sempre lungo la Passeggiata potete raggiungere anche una delle parti più antiche di Opatija, il borgo di Veprinac. La sua parte antica può essere raggiunta passando la porta cittadina a tre archi. Di fronte alla porta si trova la Loggia e sulla sinistra la Cappella di Sant’Anna con iscrizione del 1442. Recentemente dalle mura interne della cappella sono stati recuperati alcuni affreschi che sono in fase di studio.

L’edificio accanto alla porta cittadina ospita una collezione etnologica sugli usi e costumi di vita delle popolazioni passate, e una passeggiata nel centro storico di Veprinac è d’obbligo. Offre scorci inaspettati e interessanti, fino alla fantastica vista sul mare e la baia del Quarnero che si gode dalla chiesa parrocchiale di San Marco.


Sport e wellness ad Abbazia

Opatija ha moltissimi ottimi centri wellness che si trovano negli edifici dei vari hotel: il wellness “Five Elements” dell’Hotel Ambassador, Royal Spa presso l’Hotel Milenji, Remisens Revital presso l’Hotel Kristal, Tantra Spa presso il Grand Hotel Adriatic, Spa Laurus presso l’Hotel Vila Kapetanovic e Thalasso Wellnes Opatija.

E’ possibile praticare diversi sport: ci sono campi da tennis, un buon centro vela, alcuni centri sub che organizzano corsi e immersioni e offrono servizio noleggio attrezzatura. Presso le spiagge sono presenti centri di noleggio di kayak per esplorare la costa, pedalò, moto d’acqua ed è possibile praticare anche sci d’acqua e parasailing.

Il noleggio dei kayak ve lo consiglio assolutamente, potrete arrivare e vedere spiagge altrimenti non accessibili!

Per gli amanti del turismo nautico, nella vicina Icici (3km da Opatija) si trova la Marina Aci di Opatija. La Marina è aperta tutto l’anno e ha 300 ormeggi e 30 posti barca sulla riva, tutti dotati di allacciamento acqua ed elettricità. Ci sono inoltre reception, ufficio cambia-valute, ristorante, cafè, servizi igienici e docce; viene offerto inoltre il servizio di lavanderia e ci sono negozio alimentare, negozio di attrezzatura nautica, negozio di souvenir, officina, gru da 15 tonnellate, parcheggio. La pompa di benzina per imbarcazioni più vicina si trova nel porto di Opatija.

Presso l’Hotel Admiral si trova anche la Marina Admiral. Anche questa è aperta tutto l’anno e ha 160 ormeggi e 40 posti barca sulla terraferma, tutti attrezzati con allacciamento acqua ed elettricità. Ci sono inoltre reception, ufficio cambia valute, e sono a disposizione tutte le strutture dell’Hotel Admiral: ristorante, konoba, piscina al coperto, sauna e massaggi, parrucchiera e salone di bellezza. La pompa di carburante per imbarcazioni più vicina e la Capitaneria di Porto si trovano a 900m dalla Marina Admiral.

Gite di un giorno da Abbazia

Abbazia ha un’ottima posizione il che signfica che potete fare gite ovunque vogliate.

Prima di tutto, si può fare un giro dell’Istria e visitare le sue cittadine al mare come PolaParenzoRovigno o la sua parte continentale con piccoli borghi medievali sulle cime delle colline come Hum e famosi vigneti e oliveti istriani.

Un’ora in auto da Abbazia si può visitare il Parco Naturale Ucka dove si può godere della natura passeggiando o in bici lungo i sentieri.

Inoltre, non lontano da Abbazia c’è il Parco Nazionale di Risnjak; altri parchi nazionali che potete visitare da Abbazia sono il Parco nazionale di Brioni, laghi di Plitvice, che è il parco nazionale croato più visitato, e il Parco Nazionale del Velebit Settentrionale.

Gite in barca sono organizzate sia per la Riviera di Abbazia o le isole del Quarnero come Krk e Cres.

Dato che Abbazia è vicino la Slovenia, sono anche famose le gite alle grotte di Postumia.


Dove mangiare ad Abbazia

Ad Abbazia si possono trovare ristoranti di vari tipo: ristoranti offrono piatti croati e ristoranti che offrono piatti internazionali. I prezzi nei ristoranti dipendono dalla posizione; i ristoranti nel centro, sulla passeggiata principale, sono di solito più costosi.

Se volete mangiare cibo fresco a prezzi ragionevoli, vi consigliamo di visitare alcune delle taverne ad Abbazia.

Shopping ad Abbazia

Abbazia ha il suo centro commerciale chiamato Operetta che è probabilmente uno dei più bei centri commerciali della Croazia.

Per acquistare generi alimentari ci sono mercati come Konzum e Billa, ma per se dovete comprare molte cose e\o volte più scelta, vi consiglio di visitare Fiume.

Lungo il famoso lungomare di Abbazia si possono acquistare i souvenir fatti a mano.

Vita notturna

abbazia opatija

Abbazia ha numerosi bar, lounge e cocktail bar tra cui potete scegliere. Alcuni dei più famosi sono Leonardo e Mimoza, e Victourius che si trova al lungomare.

Per continuare a divertirvi, potete scegliere tra diversi locali notturni: Galija, Tantra e Hemingway che si trovano vicino al porto di Abbazia.

Nel centro della città visitate le discoteche Seven e Colosseum o il night club Lord Byron, uno dei più antichi club di Abbazia.

Eventi da non perdere

Durante tutto l’anno, ma in particolare con la bella stagione a Opatija si tengono concerti, spettacoli teatrali e un ricco calendario di eventi.

Liburnia Jazz Festival

Viene organizzato ogni anno ad inizio luglio, coinvolge musicisti da tutto il mondo che suonano non solo sul palco ma anche in alcuni tra i punti più suggestivi di Opatija.

Mostre fotografiche

Nelle Ville che si affacciano sulla Passeggiata Lungomare vengono organizzate delle mostre monografiche di fotografia (dalle fotografie aeree delle località di mare più conosciute, fino a quelle ancora nascoste e da scoprire, ai viaggi sul Kwarner Express, ecc…), ma anche pittura e scultura e conferenze di medicina.

Le altre feste

A fine giugno c’è il consueto festival dei fuochi d’artificio con ricca offerta gastronomica.

Spostandosi sui paesi affacciati alla Passeggiata Lungomare si può arrivare fino a Lovran che è, tra tutti, il più attivo nell’organizzazione di eventi. Si parte da gennaio con il Carnevale, poi la festa degli asparagi selvatici ad aprile e la “100 miglia d’Istria” (una corsa podistica su diverse distanze che prevede anche il tracciato “Ultratrail 105” con arrivo a Umag). A Giugno viene organizzato il Festival della ciliegia con ricca offerta gastronomica e a ottobre c’è l’imperdibile “Marunada“. Durante tutta la stagione estiva poi, sulla piazza principale della città vecchia vengono organizzati concerti e serate musicali.



Booking.com

Spiagge ad Opatija

Le spiagge di Opatija città si allungano di fronte alla Passeggiata Lungomare e sono facilmente accessibili. Spesso alle spalle della spiaggia, immersi nel verde dei parchi e dei prati ben curati che contraddistinguono il lungomare, si trovano anche piccoli parchi giochi.

Un’altra particolarità delle spiagge e del Lungomare di Opatija sono gli edifici che vi affacciano. Dagli alberghi con piscine vista mare e beach-bar con terrazza, ai ristoranti con le loro terrazze, alle bancarelle con prodotti artigianali e souvenir turistici, ma anche oggetti utili per la spiaggia, giochi per i bambini, cibo di strada… si trova un po’ di tutto.

La spiaggia senza dubbio più apprezzata e frequentata è quella Slatina. Si trova al centro del Lungomare di Opatija (vicino alla statua della ragazza con il gabbiano), ed è stata recentemente risistemata assumendo il suo aspetto attuale. Assomiglia a una grandissima piscina a cielo aperto e infatti c’è anche una piscina di acqua salata. E’ una spiaggia artificiale, terrazzata, le terrazze sono state in parte riempite con sabbia, ci sono docce, spogliatoi e tutto quel che serve per godersi una giornata di relax. Ci sono anche punti ristoro, ristoranti e bar affacciati sul lungomare, aqua-park, campi da beach-volley, calcetto e basket, tavoli da ping pong. L’entrata in acqua avviene con scalini e scalette di metallo e c’è anche un’area adattata per agevolare l’accesso alla spiaggia e al mare a invalidi e mamme con passeggini.

Proseguendo verso nord lungo la passeggiata Lungomare in direzione Volosko si incontrano altre spiagge.

La spiaggia Lido si trova dopo la spiaggia dell’Hotel Kvarner, è divisa in aree. Quella principale è terrazzata e si trova in alto rispetto al mare che è raggiungibile con scalinata. Ci sono poi terrazze riempite di sabbia e piattaforme poste tra gli scogli. Ci sono anche ristoranti e bar, torrette per bagnini, servizi igienici, docce, punto noleggio sdraio ecc.

Segue la spiaggia Tomasevac, vicina all’Hotel Ambassador, con ristorante, area artificiale con sabbia, terrazze e scalini per raggiungere il mare. Ci sono servizi sanitari, panchine, parco giochi per bambini, parcheggio nelle vicinanze, docce.

La spiaggia dell’Hotel Miramar è in parte terrazzata e in parte naturale, di ciottoli. Ci sono servizi igienici, parco giochi per bambini e panchine.

A sud di Slatina (in direzione Lovran) si incontrano ancora tre spiagge.

La spiaggia dell’Hotel Adriatic, terrazzata, attrezzata con docce e cabine, docce e bar, ma anche panchine e vicina a un’area parcheggio.

La spiaggia Zonovo, si trova al di sotto della passeggiata Lungomare, alla quale è collegata da scalette. Ci sono scogli e terrazze tra gli scogli, scalette di metallo, ma anche accesso naturale al mare.

Punta Kolova vicino a Villa Ariston, è una spiaggia di ciottoli, affiancata da terrazze e vi si affaccia un ristorante. Nelle vicinanze si trova un parcheggio.


Lascia un commento