everglades alligatore
Nord America,  Viaggi

Guida di Viaggio per Visitare le Everglades della Florida

Il territorio delle Everglades si estende dai confini meridionali della città di Naples sul Golfo del Messico a ovest, fino quasi alle porte di Miami a est. E’ stato istituito Parco Nazionale degli Stati Uniti d’America già nel 1934 e fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.

Le attraversa per tutta la sua larghezza la Tamiami trail, che poi prosegue verso nord in direzione di Tampa. Con grande sforzo di fantasia, il nome di questa strada proviene proprio dalla combinazioni dei nomi delle città di Tampa e Miami.

Fondamentalmente si tratta di un vasto territorio paludoso che si estende a perdita d’occhio in cui è possibile entrare in contatto ed osservare da vicino molte specie di flora e fauna protette. Alcune rare ed endemiche proprio di quest’area, come la pantera della Florida (da cui viene il nome della squadra di hockey citata nel post dedicato alla città di Miami), di cui esistono soltanto qualche centinaio di esemplari.

Quando andare

Il periodo secco che va dai primi di gennaio ad aprile, dovrebbe essere il migliore perché fa meno caldo e, quindi, dovrebbero esserci anche meno zanzare.

Come arrivare e come visitare le Everglades

everglades panorama

La mia visita è stata abbastanza semplice, sia perché il tutto è organizzato e tenuto in modo impeccabile, sia perché a inizio dicembre l’atmosfera era molto tranquilla e c’era pochissima gente in giro.

Gli ingressi al parco sono quattro:

  • da Homestead: Ernest Coe e Flamingo;
  • dalla Tamiami Trail: Shark Valley e Gulf Coast a Everglades City (raggiungibile da una deviazione dalla Tamiami).

Visita in giornata

Da Miami con una macchina a noleggio o una gita organizzata dirigetevi verso ovest lungo appunto la Tamiami trail, oppure, meglio, verso sud in direzione della Highway Nr 1 in direzione isole Keys. Qui nei pressi di Homestead si trova l’Ernest Coe Visitor Center, l’ingresso principale alle Everglades. Troverete in zona numerose di queste attrazioni, sono pubblicizzate ovunque. Io ho optato per quest’ultima opzione dirigendomi poi verso il visitor center di Flamingo.

Più giorni

In questo caso ci sono due opzioni: fare base per dormire e mangiare vicino agli ingressi principali, oppure all’interno del parco stesso (ma sappiate che non ci sono alberghi, solo camping, ne ristoranti, quindi pasti al sacco).

Cosa portare e dove mangiare

Spray antizanzare con cui ungersi nel quale fare il bagno, cappellino (entrambe queste cose potete acquistarle in un visitor center nel caso ve ne dimenticaste.. anzi lo spray consiglio di prenderlo lì perché hanno quello con efficacia devastante), crema solareacqua da bere e cibo.

Ribadisco che non esistono punti di ristoro all’interno del parco, solo aree per picnic, parcheggi e servizi igienici. Comunque, se aveste dei dubbi potete farmeli nei commenti o direttamente al personale nei Visitors Centre che è molto preparato e disponibile.

Cosa fare nelle Everglades

everglades canoa

Le attivitá che si possono svolgere sono veramente moltissime e la maggior parte sono adatte a chiunque.

I percorsi a piedi

Le più semplici ma comunque interessanti sono le passeggiate su comode passerelle in legno al di sopra delle swamp, le paludi, nelle quali sicuramente riuscirete a osservare coccodrilli alligatori, pesci e volatili vari.

C’entra poco ma… quando ero in Messico mi è stata spiegata la differenza tra coccodrilli e alligatori e come distinguere gli uni dagli altri, trovate le principali differenze qui.

Ci sono poi percorsi di passeggiate più impegnative e più lunghe, per esempio guadando le zone umide (queste devono essere accompagnate da un ranger e da un bel paio di stivali), oppure sui normali sentieri, a piedi o in bicicletta (le biciclette possono essere noleggiate anche presso alcuni ingressi del parco).

Attività acquatiche

Dal centro visitatori della Gulf Coast e da quello di Flamingo partono la maggior parte delle attività acquatiche delle Everglades. Potrete fare un giro in barca o noleggiare una canoa e spostarvi liberamente. Potrete esplorare i canali attraversando le migliaia di isolette che separano le Everglades dal mare aperto attraverso un vasto labirinto di mangrovie (Ten Thousand Islands). La gita in canoa è faticosa ma ve la consiglio perché vi permette di immergervi totalmente nella natura, solo un consiglio spruzzatevi ungetevi fate un’immersione nello spray anti-zanzare prima di partire.

Attività organizzate

Altre attività che si possono fare partendo da un qualsiasi punto d’ingresso consistono nei giri per i canali con imbarcazioni dal fondo piatto, oppure con gli airboat da 2 o 4 persone, che sfrecciano fra le paludi. Basta parcheggiare la macchina nelle aree designate, acquistare il biglietto e salire a bordo (il costo delle attrazioni non è compreso nel biglietto dell’ingresso al parco).

Infine, a Shark Valley esiste anche un tour con un tram che parte ogni due ore e mezza circa e fa tutto il percorso che potreste fare anche a piedi o in bici, ma comodamente seduti e con un ranger che vi farà da guida.

Posti curiosi

Il luogo più curioso e singolare della riserva è, probabilmente, l’ufficio postale di Ochopee. E’ una casetta di legno di qualche metro quadrato, con una bandiera statunitense che sventola. La sua caratteristica, come scritto anche nel cartello a lato, è quella di essere il più piccolo ufficio postale d’America.

Non è solo l’ufficio postale ad essere nel mezzo del niente, anche gli agglomerati urbani qui sono molto isolati tra loro. Il più rappresentativo è Everglades City, dove City è un abuso lessicale, visto che si tratta di un piccolissimo villaggio di pescatori, separato dal mare dalle mangrovie. E’ caratterizzato da case di legno dai colori vivaci rialzate per sopportare le maree.

La wildlife delle Everglades

everglades fauna

Tutti gli animali sono assolutamente in libertà, anche quelli potenzialmente pericolosi, ed è vietato dargli da mangiare. Comunque, gli alligatori, IN TEORIA, non vedono l’uomo come una possibile preda. Quindi, osservate ma state alla larga, tanto io ho anche provato ad avvicinarmi con la canoa ad un alligatore ma subito fuggono.

Dal momento che è vietato dare da mangiare alla wildlife, animali propri da compagnia, come ad esempio cani, sono vietati all’interno del Parco.

Che animali posso ragionevolmente aspettarmi di vedere?

manatee

Molto facili da avvistare sono i tanti tipi di uccelli, tra cui la bellissima anhinga dal collo lungo, con piumaggio nero e ali bianche. Per vedere tartarughe e alligatori ci vuole un po’ di fortuna, bisogna essere MOLTO più fortunati, invece, per avvistare qualche felino, come la pantera della Florida o il bobcat.

Nella baia antistante il Flamingo visitor center, al tramonto, è possibile vedere i flamingo e le manatee che sono simili alle foche (sono della specie dei trichechi).

Le zanzare

L’unico animale che troverete sicuramente, anzi sarà lei a trovare voi, è la zanzara. I repellenti italiani fanno ridere per queste zanzare e quindi vi consiglio di acquistare un repellente di quelli americani nei visitor centers. Io mi sono spruzzato ovunque tranne le labbra e sono stato punto più volte solo lì, ve lo dico per farvi capire che queste zanzare non hanno onore ne pietà!

Non sottovalutatele perché sono tantissime e agguerrite (e ve lo dice un veneto di Venezia).

Quanto costa entrare al parco delle Everglades?

L’entrata al parco delle Everglades è valida per 7 giorni e costa:

  • 25$ per le auto;
  • 20$ per le moto;
  • 8$ per pedoni o ciclisti (i bambini fino a 15 anni entrano gratis).

Il costo di ingresso al Parco non include il prezzo del giro col tram a Shark valley (o altre attrazioni). Potete avere maggiori informazioni ed anche prenotare i biglietti online sul sito del parco.

Esiste anche la possibilità di fare percorsi in mezzo alla natura senza pagare niente. Una di queste è la passeggiata Kirby Storter Roadside, all’interno delle Big Cypress Preserve, una riserva speciale istituita in un’area del parco dove è più probabile avere la fortuna di vedere la rara pantera della Florida.

Se avete intenzione di visitare anche altri luoghi a Miami o nel resto della Florida, potrebbe convenirvi acquistare un pass attrazioni come il South Florida Explorer Pass. Questo vi permetterà l’ingresso scontato in molti musei e parchi. Si acquista e si paga online in anticipo, ed ha una validità di 30 giorni dal primo utilizzo. Altri coupon sconto si possono trovare nei locali pubblici, alla reception dell’hotel o anche all’ingresso di alcune spiagge. Sono piccole riviste da cui ritagliare i coupon manualmente e da presentare poi al momento del pagamento.

Lascia un commento