chichen itza messico
America Centrale,  In Primo Piano,  Viaggi

Guida Completa per Organizzare un Viaggio in Messico

Eccoci con una guida con tutte, almeno spero, le informazioni che servono per organizzare un viaggio in Messico.

Io in 16 giorni lo ho attraversato da Acapulco a Cancun con autobus e macchina nella parte finale.

L’itinerario dettagliato, i mezzi utilizzati e le tappe li trovate in questo post. Qui tutte le informazioni pratiche come, ad esempio, dove comprare i biglietti per i bus, come prendere la macchina in un luogo e lasciarla in un altro, quanto è sicuro il Messico e qualche consiglio. In pratica la risposta a  tutte le domande che mi sono fatto e le informazioni che ho cercato mentre organizzavo il viaggio.

Se avete domande a cui non trovate risposta qui sotto potete farle nei commenti o contattarmi tramite l’apposita sezione o ancora sui social media.

Indice del post

Prima di partire

Quando partire?

Il periodo migliore per il clima è tra dicembre e marzo perché piove pochissimo o proprio mai. Tra fine novembre e dicembre forse vi imbatterete nell’occasionale temporale (nei miei 16 giorni ha piovuto 2 ore a Tulum) ma non essendo ancora alta stagione c’è molta meno gente e i prezzi sono più bassi.

Per il Messico serve il visto?

In breve, no.

Nello specifico, fino a 90 giorni di permanenza non serve. All’arrivo in aeroporto dovrete compilare un form per l’entrata nel Paese e vi verrà restituita una ricevuta da conservare. Tenetela in un posto sicuro perché ve lo chiederanno quando ripartirete dal Messico per tornare a casa. Se lo perdete sono previste sanzioni pecuniarie ma non so da quanti soldi…

Oaxaca - La strada della stazione ADO

In caso volessi guidare, serve la patente internazionale?

L’ho fatta ma non è strettamente necessaria. Chi ha viaggiato con me ha guidato solo con la patente italiana ma in effetti non siamo mai stati fermati. Vi consiglio di farla per non aver nessun tipo di problema, costa circa 40 euro e non ci vuole tanto tempo. Ci sono due tipi di patenti internazionali che hanno validità in Paesi diversi. Il Messico le accetta entrambe quindi fate quella che dura 3 anni.

Quanto costa un viaggio in Messico?

Sono stato via 16 giorni e ho speso attorno ai 2mila euro.

Ne ho parlato in dettaglio in quest’altro post. Come ho scritto anche lì è possibile risparmiare un bel po’ rispetto a quello che ho speso io.

Il Messico è una meta low cost?

Lo è abbastanza.

L’aereo e il noleggio dell’auto sono abbastanza costosi, vivere lì invece è piuttosto economico. Il mangiare locale costa veramente pochissimo (ed è super buono!) mentre i vari hotel e ostelli vanno da 10€ in su. Ad esempio ad Acapulco, siamo stati in hotel bellissimi 4 stelle per 25€ a notte. Una nota a parte per la penisola dello Yucatan che per gli standard messicani è costosa (il costo della vita è simile a quello in Italia).

città del messico - Monumento a la Revolución
Città Del Messico – Monumento alla revolucion

Va fatta un’assicurazione sanitaria?

Io la faccio sempre quando esco dall’Europa. Siccome viaggio più volte all’anno faccio quella annuale su Columbus Assicurazioni. Penso che tra le assicurazioni meno esose sia quella che fornisce la copertura con i massimali più alti, tuttavia non ho idea di come si comportino quando devono pagare perché (per fortuna!) non mi è mai capitato niente.

In ogni caso sappiate che la legge messicana non prevede assistenza sanitaria per i cittadini stranieri.

Servono vaccinazioni particolari?

In breve: no, e io non ne ho fatte.

E’ consigliata quella contro l’epatite A. Sappiate anche che nella giungla è diffusa la dengue che viene trasmessa dalle zanzare. Portatevi abiti leggeri e un repellente per zanzare come ad esempio l’Autan Tropical.

Cobà
Cobà

Com’è il clima in Messico a novembre? Fa caldo?

Il clima non è proprio come me lo aspettavo, nello specifico è molto diverso a seconda delle zone.

A Città del Messico ed Oaxaca era fresco e secco: di giorno all’ombra si stava bene con un maglioncino mentre al sole faceva abbastanza caldo. Simile ad un clima primaverile in nord Italia. Di sera cambiava molto da serata a serata, ne abbiamo trovate di fresche e proprio fredde (da maglione e giubbotto).

Ad Acapulco, invece, è caldo e umido giorno e notte.

Umidissimo (molto più di Acapulco, se possibile) è anche il Chiapas con la differenza che a San Cristobal e dintorni fa anche freddo. Palenque invece è calda (vi abituerete a girare con la maglia sempre bagnata).

Nello Yucatan e Quintana Roo, invece, il clima è stupendo. Fa caldo di giorno (temperature attorno ai 30° C) ma non si muore, di sera invece si sta benissimo.

Il wi-fi in Messico è diffuso?

Direi di si.

Ogni hotel in cui sono stato lo aveva e in alcuni andava anche molto veloce. Mi sono trovato meglio che in Italia, dove spesso il segnale non arriva nelle camere o è lentissimo. Ad Oaxaca (ho alloggiato qui) avevo un wi-fi velocissimo!

E’ un paese pulito? Come è la pulizia nei luoghi pubblici?

Lo è molto.

Sono rimasto decisamente sorpreso ma è tutto pulitissimo. I bagni pubblici sono tutti presidiati dal personale di pulizia che pulisce continuamente! Gli unici bagni luridi li ho trovati alle cascate di Agua Azul: leggendario che per andare al bagno devi pagare 10 mxn e ti danno due, 2, dos, two strappi di carta igienica. Per fortuna, come sempre, avevo il mio rotolone nello zaino. Per il resto dagli aeroporti alle stazioni dei bus, ovviamente anche negli alberghi, il livello di pulizia è incredibile. Anche le strade e marciapiedi sono molto puliti.

Com’è il cibo in Messico?

E’ buonissimo ma “ripetitivo”!

Anche chi non ama il piccante può stare tranquillo che un’alternativa si trova sempre. L’unico aspetto negativo è che i piatti della cucina messicana sono più o meno sempre gli stessi. Tuttavia c’è anche da dire che ogni città offre qualche interpretazione particolare di ogni piatto.

La cucina messicana accosta molti sapori diversi: carne, verdura, tortilla di mais, legumi. Con mia grande sorpresa i piatti più buoni li ho mangiati ad Acapulco, mentre i nachos con salse più buone li ho assaggiati a Palenque. Sulla Riviera Maya troverete, invece, una cucina più americana visto l’enorme afflusso turistico.

cancun
Hard Rock Cafè Cancun

Cosa mettere in valigia per il viaggio in Messico

Ne ho parlato qui, comunque l’essenziale da non dimenticare (o da comprare appena possibile in loco) è: adattatore di corrente, maglione (salvo che non stiate nelle zone costiere), costume e repellente anti zanzare.

Che prese di corrente hanno in Messico?

La tensione elettrica ed il tipo di prese sono praticamente come negli Stati Uniti: tensione 127V e prese di tipo A o B (quelle con le lamelle parallele).

Acapulco - La Quebrada
Acapulco – Foto del panorama da La Quebrada

È sicuro il Messico?

Direi di si ma bisogna stare attenti e avere buon senso (come anche in Italia o qualsiasi altro posto).

Ad Acapulco a causa degli scontri tra i cartelli di droga ci hanno consigliato di non uscire dalla zona costiera (turistica) e in effetti lì non abbiamo avuto problemi di nessun tipo. In più la zona è pattugliata massicciamente dall’esercito.

Per quanto riguarda il viaggio autonomo nel resto del Messico, non abbiamo mai avuto problemi. Abbiamo fatto circa due terzi di viaggio in bus e il resto (Yucatan e Quintana Roo) in auto. Bus sempre notturni e auto invece di giorno.

In generale le accortezze che userei sono: non camminare o guidare per stradine poco battute, stare sempre all’erta nelle grandi città, non girare con tanti soldi addosso o con accessori vistosi, rimanere informati sui luoghi in cui vengono fatte le manifestazioni contro il governo (ed evitarli).

palenque
Strade di Palenque

Lavanderie e wifi sono diffusi?

Ho lavato i panni tre volte durante il viaggio: ad Acapulco in stanza con il sapone da bucato che mi ero portato perché erano poche cose, a San Cristobal tramite il servizio di laundry dell’albergo (tra l’altro super economico) e sulla riviera Maya poi.

Fatta eccezione per il Quintana Roo non ho visto molte lavanderie in giro ma mediamente gli hotel offrono questo servizio. Vi consiglio di verificare la disponibilità della lavanderia presso la struttura o nei dintorni prima di prenotare (io faccio sempre così) in modo da non avere problemi.

Per quanto riguarda il wi-fi, c’è in tutti gli hotel e molti locali. L’ho quasi sempre trovato funzionante con buona velocità.

Si può pagare con le carte o servono i contanti?

Con la sola eccezione di Cancun e dintorni, funziona tutto con i soldi contanti.

I bancomat sono diffusi?

Per fortuna, i bancomat sono abbastanza diffusi.

Ricordo che c’era una banca con insegna rossa (non ricordo il nome) che non accettava il mio bancomat (del Banco Popolare, che offre bancomat senza commissioni sul prelievo in tutto il mondo) ma su tutte le altre non ho avuto problemi.

Acapulco - Spiaggia e baia al tramonto. Foto fatta dalla camera del Crowne Plaza Hotel
Acapulco – Spiaggia e baia al tramonto. Foto fatta dalla camera del Crowne Plaza Hotel

Consigli sul prelievo dei soldi in viaggio

Dal momento che ormai ci sono diverse banche (ad esempio Hello Bank e Banco Popolare) che offrono un bancomat con prelievi gratis in tutto il mondo e aprire questi conti è del tutto gratuito, non vedo perché non farlo. Potrete così prelevare piccole somme (senza perdere un rene in commissioni) in modo da non aver mai troppi soldi con voi. Io ritiravo 2000mxn, circa 90 euro, alla volta.

Ovviamente, questo consiglio è valido per qualsiasi viaggio, non solo in Messico.

Parlano inglese in Messico?

Veramente poco o nulla. Solo nelle catene di alberghi più grandi c’è qualcuno che parla inglese (e di solito non benissimo). Il discorso cambia sulla Riviera Maya dove, invece, in alberghi e locali parlano inglese quasi tutti.

Il dubbio di ogni viaggio: zaino o valigia?

Vi consiglio sempre lo zaino, soprattutto se dovete prendere mezzi pubblici con una certa frequenza. Detto questo l’itinerario che ho seguito sarebbe stato tranquillamente fattibile anche con una valigia\trolley.

Itinerario

itinerario messico

Fondamentalmente dopo uno scalo di 8 ore a Città del Messico sono arrivato ad Acapulco, meta iniziale del viaggio. Da lì verso Oaxaca (con cambio bus a Città del Messico), poi San Cristobal, Palenque, Merida con i bus. A Merida presa l’auto a noleggio e poi Valladolid, Tulum e Cancun.

Maggiori dettagli sull’itinerario potete trovarli qui.

E’ possibile seguire lo stesso itinerario sostituendo i bus con voli interni?

Quasi del tutto, ma ve lo sconsiglio. Quasi perché non tutte le città che ho toccato hanno un aeroporto o è lontano e quindi comunque dei bus andranno presi. Ve lo sconsiglio perché perderete più tempo e costa di più.

Palenque
Rovine Maya di Palenque

Quali sono le tappe imperdibili del Messico?

Io mi sono innamorato un po’ di tutto il Messico quindi forse non riesco ad essere obiettivo. Comunque i posti davvero particolare che consiglierei a tutti sono gli stati di Oaxaca e Chiapas. Secondo me non si può andare in Messico senza vedere Oaxaca e San Cristobal.

Mi sono piaciute tantissimo anche Acapulco, Tulum e Akumal.

Ho parlato più in dettaglio dei posti imperdibili del Messico qui, dove troverete anche i migliori siti archeologici, le migliori spiagge ed escursioni.

Quanti giorni passare a Città del Messico?

Io ci sono stato per circa 8 ore durante lo scalo lungo prima di andare ad Acapulco (ne ho parlato qui). Credo che già poche ore bastino per farsi un’idea della città, ma probabilmente sarebbe meglio fermarsi almeno un paio di giorni.

città del messico - vie del centro
Vie del Centro a Città del Messico

E’ difficile trovare e partecipare alle escursioni organizzate?

Per le escursioni sono organizzati in modo ottimo: spesso alle reception hanno volantini o i contatti delle agenzie che organizzano le escursioni nei dintorni quindi è molto semplice prenotarle. Di solito prenotarle tramite hotel non costa di più o il surplus è esiguo (si parla di 2-3 euro di differenza al massimo), quindi molto comodo.

Dove prenotare le escursioni

Quando avevamo poco tempo (quasi sempre) ci siamo affidati direttamente all’hotel per prenotare. I gestori di queste strutture spesso conoscono personalmente gli organizzatori e possono aiutarvi anche con poco preavviso. E’ stato proprio questo il caso ad Oaxaca dove il proprietario dell’albergo è riuscito ad infilarci in un’escursione chiamando al telefono cellulare l’organizzatore.

Per escursioni più particolari o meno turistiche invece potete affidarvi a una delle numerosissime e piccole agenzie viaggio che si trovano nelle città. A San Cristobal e Palenque abbiamo fatto così perché girando per la città siamo passati davanti a questi uffici.

E’ meglio prenotare gli hotel dall’Italia o cercare sul posto?

Io li ho prenotati tutti dall’Italia e faccio sempre così perché così posso valutare con calma i commenti della gente, foto, ecc per cercare di evitare posti costosi e\o bettole. Se queste cose non vi preoccupano, è tranquillamente possibile cercare sul posto e da quel che ricordo non è più costoso. State attenti, però, che nei mesi di alta stagione nei posti turistici potreste fare fatica a trovare strutture libere.

Tutti gli hotel dove ho dormito

Ad Acapulco: Crowne Plaza Hotel Acapulco (5 stelle, vedi su Booking). A parte la condensa del climatizzatore, un hotel da ricconi! Bellissimo, super pulito ed accessoriato. La camera con due letti matrimoniali è costata 87€ per due notti.

Acapulco - Dettaglio della stanza del Crowne Plaza Hotel
Acapulco – Dettaglio della stanza del Crowne Plaza Hotel

Oaxaca: Hotel La Casa de Maria (4 stelle, vedi su Booking). Stupendo, lo ho recensito in questo post. L’unica pecca è che la camera era un po’ piccola ma il personale è stato pazzesco, gentilissimi e disponibili dal primo all’ultimo minuto. Wi-fi velocissimo. La camera da due letti è costata 55€ per una notte.

San Cristobal: Hotel San Martin (3 stelle, vedi su Booking). Molto base ma comunque pulito e con un buon wi-fi. La camera per due notti è costata 46€.

Palenque: Posada Nacha`n – Ka`an (1 stella, vedi su Booking). Letti da una piazza e mezza, aria condizionata nuova e pulizia incredibile. Offre anche camerate da ostello. Lo ho recensito in questo post. La camera per una notte è costata 22€.

Valladolid: La Aurora Hotel Colonial (3 stelle, vedi su Booking). Penso che vi basterà guardare la foto scattata dalla porta della stanza. 35€ camera da due letti matrimoniali per una notte.

la aurora hotel colonial valladolid

Tulum: Itour México Túlum (3 stelle, vedi su Booking). Carino e pulito, in posizione molto comoda per andare alle rovine. Il personale parla qualsiasi lingua e la colazione era inclusa. 47€ la camera doppia per una notte.

Cancun: Flamingo Cancun Resort (4 stelle, vedi su Booking). Speciale. 324€ per 4 notti.

flamingo-cancun-resort

flamingo-cancun-resort

E se avessi solo una settimana?

Se non vi interessa tanto il mare, sicuramente lo stato più bello da visitare è il Chiapas. Altrimenti io andrei da San Cristobal a Cancun sfruttando il più possibile le notti per viaggiare in bus.

Spostarsi in Messico

I mezzi che potete utilizzare sono: autobus, auto, aereo e colectivo.

Contate che in Messico le distanze sono enormi e le strade non sono sempre in buone condizioni, specialmente nel Chiapas (mentre in Yucatan e Quintana Roo sono ottime). Questo fa si che le grandi città distino tra loro anche più di otto ore!

Perchè ho scelto (perlopiù) i bus?

La rete degli autobus è ottima. Praticamente ogni grande città è collegata una o più volte al giorno a quelle più “vicine”. Volendo si può girare tutto il Messico spostandosi solo in autobus, trovate qualche riga in più in questo post.

Non è la soluzione più veloce perché le strade messicane non sono costruite su misura di autobus ma è abbastanza economico e comodo. I bus notturni poi vi permettono di spostarvi mentre dormite risparmiando anche sull’alloggio.

ado gl messico bus interno

L’automobile è molto comoda ma fate attenzione che se volete noleggiarla in una città e lasciarla in un’altra i costi aumentano e non di poco (ne parlerò più sotto). Tutti sconsigliano di guidare di notte (soprattutto in Chiapas) specialmente se siete soli o in due. Io ho guidato solo in Yucatan e Quintana Roo e solo di giorno\sera (a parte a Cancun) e non ho avuto nessun tipo di problema. Per quanto riguarda i tempi di percorrenza delle strade, non fidatevi di Google Maps che è molto ottimista!

Aerei interni non ne ho presi ma li avevo valutati come opzione da Acapulco ad Oaxaca. Non sono troppo economici ma comunque neanche un salasso. Collegano le principali zone del Messico, quindi se decidete di saltarne dei pezzi puntate sugli aerei che in macchina è decisamente troppo lungo.

Una nota a parte: i colectivos

I colectivos sono dei minivan e servono per spostarsi all’interno e nelle periferie delle città. Sono gestiti da cooperative private che coprono un determinato tragitto. Chiunque lungo quel tragitto può fermare il colectivo con un cenno e salire. Non è sempre immediato distinguerli nel traffico ma dopo qualche giorno ci farete l’occhio. Idem per scendere: basta dire al conducente dove o quando dovete scendere e lui si fermerà, non ci sono le fermate fisse.

Inizialmente li ho evitati (soprattutto perché non capivo come usarli e come capire dove fossero diretti) ma dopo essere stato costretto a capirli (a San Cristobal per andare a Chamula) mi sono trovato ad usarli spesso. Non esiste una mappa dei tragitti, alcuni hanno un piccolo cartello davanti con indicata la destinazione ma per il resto dovete chiedere alle persone.

Dove e come prenotare gli autobus in Messico?

In teoria si può fare tutto online dal sito ADO ma abbiamo sempre fatto nelle biglietterie. All’arrivo in una città prendevamo i biglietti per il prossimo tragitto in modo da assicurarci il posto con un po’ di anticipo.

Nelle biglietterie, ho sempre trovato delle persone gentili e disponibili ad aiutarmi visto che il mio spagnolo fa un po’ schifo.

Oaxaca - El Rey de Matatlan
Oaxaca – El Rey de Matatlan

Quanto costano gli autobus in Messico? Quale classe scegliere?

Ho preso solo autobus di ADO e notturni ma ho provato tutte le classi. Senza dubbio vi raccomando di scegliere ADO Platinum o ADO GL se viaggiate di notte e dovete dormire. Gli altri bus non sono comodi a sufficienza per riposare in modo adeguato.

Per quanto riguarda i costi, dipendono molto dalla distanza che dovete coprire, in genere tra 35 e 10€. Trovate i dettagli su tutti i bus che ho preso e il relativo costo a questo link.

Prendere la macchina in una città e lasciarla in un’altra: quali compagnie offrono il servizio e quanto costa?

Io l’ho presa in aeroporto a Merida e restituita all’aeroporto di Cancun. Al momento in cui l’ho fatto l’unica compagnia ad offrire il servizio era la Hertz e il surplus per il “one way” (ovvero il ritiro in una città e la consegna in un’altra) è stato di più di 100 euro. Questo aumenta in proporzione ai chilometri che separano il punto di ritiro da quello di consegna.

E’ possibile noleggiare un’auto senza carta di credito?

Generalmente no. Potete provare a contattare direttamente le società di noleggio per chiedere se accettano qualche garanzia o pagamento di altro tipo ma dubito.

Lascia un commento