brac Zlatni-Rat spiaggia
Europa,  Viaggi

Alla Scoperta dell’Isola di Brac in Croazia

Brac (o Brazza) è la più grande isola della Dalmazia e la terza più grande della Croazia.

Sull’isola arrivano ogni anno tantissimi turisti per vedere dal vivo la spiaggia più fotografata di tutta la Croazia: Zlatni Rat. Nonostante questo, è un’isola meno conosciuta rispetto a Hvar e Korcula.

Brac è un luogo con tanto sole, mare splendido e un paesaggio suggestivo fatto di pinete, macchia mediterranea e dirupi scoscesi che scendono verso il mare.

Quest’isola inoltre è famosa per aver fornito la materia prima per la costruzione di uno degli edifici più famosi al mondo: la Casa Bianca di Washington. Un altro edificio storico costruito con la pregiata pietra bianca di Brac è il Palazzo di Diocleziano a Spalato. L’estrazione di pietra è stata una delle industrie principali dell’isola, ma oggi gli isolani preferiscono dedicarsi al turismo.

Accenni e curiosità sulla storia di Brac

Brac
Foto di www.a-transfers-croatia.com

Si crede che il suo nome, antico e illirico, sia da attribuire al fatto che l’isola di Brac era conosciuta per le capre, a quel tempo animale rituale, allevate dagli abitanti locali.

La vita è stata basata sull’allevamento del bestiame, viticoltura, pesca e coltivazione delle olive. Tra il XVIII e il XIX secolo, l’isola conteneva più di 500.000 ettari di ulivi e più di 12.000 ettari di vigneti! Tuttavia le malattie della vite prima e la prima guerra mondiale poi, costrinsero gli abitanti di Brac a lasciare l’isola e a emigrare verso Australia e Stati Uniti d’America.

Come raggiungere l’isola

traghetto brac
Foto di www.croatia-times.com

Sull’isola è presente un aeroporto collegato con alcune città della Croazia continentale ed altre destinazioni europee. Da maggio ad ottobre ci sono due voli a settimana da Zagabria ma non è un’opzione molto conveniente. Al momento l’aeroporto è abbastanza piccolo e può far atterrare solo aerei da 100 passeggeri o meno. So che però è in programma un’espansione per aumentarne considerevolmente la capacità.

Per raggiungere l’isola di Brac con la vostra auto potete prendere un traghetto da Spalato o Makarska: il primo arriva a Supetar, l’altro a Sumartin. In estate, sulla prima tratta (Split – Supetar) viaggiano una dozzina di traghetti al giorno.

Per chi fosse a piedi, ci sono numerosi traghetti passeggeri che collegano l’isola alle altre città e isole croate. Le linee in funzione tutto l’anno sono: Split-Milna-Hvar-Vis (giornaliero) e Split-Bol-Jelsa (sull’isola di Hvar). Durante la stagione estiva ci sono catamarani da Split a Milna che poi proseguono verso Hvar, Korcula, Mljet e Dubrovnik. Inoltre, proprio da Dubrovnik, c’è un traghetto passeggeri giornaliero che fa sosta a Korcula e Hvar prima di arrivare a Bol e, infine, a Split.

Inoltre, so che esistono autobus diretti da Zagabria a Bol.


I borghi più belli dell’isola

Supetar

supetar
Foto di www.matthewwilliams-ellis.com

Capitale amministrativa di Brac, è anche il principale porto d’ingresso all’isola: qui arrivano i traghetti dalla “Croazia continentale”. Supetar non è solo una buona base per esplorare l’isola, ma ha una propria identità: il centro è molto pittoresco, con le sue stradine in pietra, gli edifici in stile austriaco, il porticciolo, l’imponente chiesa e l’atmosfera è rilassata. Perfetta per chi vuole una vacanza di riposo e relax!

A soli 8 km dal centro di Supetar, non perdetevi il villaggio di Skrip. Si tratta del più antico insediamento abitato dell’isola e conserva ancora alcuni resti degli antichi Illiri e dei Romani.

Bol

bol
Foto di www.apartmentpuko.com

Dimenticate la tranquilla Supetar: Bol è tutta un’altra esperienza.

Pur non offrendo niente di particolare, la città vecchia è carina da visitare. L’ambiente naturale circostante, però, è mozzafiato e ha contribuito, negli anni, allo sviluppo di una fiorente industria turistica.

Con un’altra camminata di circa 5 km potete raggiungere la Grotta del Drago, le cui pareti sono coperte da bassorilievi dall’origine ancora non chiara. Forse opera di un frate dotato di fervida fantasia, raffigurano angeli, animali e un drago. Purtroppo la grotta viene aperta al pubblico solo in occasione di tour guidati dell’ufficio turistico locale.

Altri villaggi

Per una vacanza tranquilla, lontana dalla folla di Bol, soggiornate in uno dei piccoli villaggi costieri:

  • Sumartin
  • Splitska
  • Milna
  • Pucisca

Le spiagge

Zlatni Rat

zlatni rat
Foto di www.nightlife-cityguide.com

La spiaggia di Zlatni Rat (in italiano “Corno d’oro”) è la principale attrazione dell’isola di Brac e una delle spiagge più famose di tutta la Croazia. Sicuramente l’avrete vista in una guida turistica o in un depliant pubblicitario della Croazia.

Il corno d’oro si protende nel mare per qualche centinaia di metri e la sua forma cambia a seconda delle onde e del vento. Grazie alle diverse tonalità di blu del mare, al bianco abbagliante dei ciottoli e al verde della pineta, vista dall’alto questa spiaggia sembra quasi un atollo corallino.

Spiagge di Supetar

Lungo la costa di Supetar si aprono ben cinque spiagge di scogli, perfette per una giornata di mare non troppo lontani dalla città.

Makarskasi trova ad un centinaio di metri dal centro storico, mentre proseguendo verso ovest raggiungerete le spiagge di Vlacica, Banj, Bili Rat e Vela Luka.

Altre spiagge

Baie e calette da non perdere nei dintorni di Sumartin sono: Radovnja, Zvirje, Rasotica e Studena.

lovrecina
Foto di split.gg

Lovrecina, invece, è una stupenda baia nella parte settentrionale dell’isola, famosa per la sua spiaggia sabbiosa circondata dal verde. Lunga solo pochi chilometri, è molto tranquilla e dispone di un bar e un porticciolo.

Attività

Sull’isola di Brac si possono praticare numerose attività sportive come windsurf, escursioni a piedi, mountain bike e tennis.

Per chi desidera fare immersioni Bol è forse la base migliore, ma si possono trovare centri di diving anche in altre località dell’isola.

Gli operatori turistici presenti sull’isola organizzano gite in barca che vi permettono di ammirare le numerose calette e insenature che puntellano la costa. Non mancano anche le escursioni verso le altre località vicine come la Grotta Azzurra di Bisevo o le cascate del Krka, con possibilità di fare rafting sul fiume Cetina.

La famosa pietra di Brac

Nel primo rinascimento sono state riaperte le antiche cave di pietra vicino a Pucisca da cui veniva estratta la famosissima pietra di Brac. Questa pietra valente ha reso possibile maestose costruzioni del periodo romanico, rinascimento e barocco, ma anche del XIX secolo, un periodo molto vigoroso per i Brazzani. Nel XX secolo la pietra brazzana è stata addirittura utilizzata all’interno della Casa Bianca a Washington.



Booking.com

Lascia un commento